Abbiamo pensato di scrivere questo articolo per spiegarvi più nel dettaglio il lavoro di post-produzione (editing) di noi fotografi di matrimonio e raccontarvi quello che succede successivamente, perché il nostro lavoro non termina il giorno delle vostre nozze.

Ogni fotografo ha un suo stile, una sua tecnica e modo di lavorare. Alcuni, dopo il matrimonio, si limiteranno a stampare le vostre fotografie, altri faranno delle correzioni base e poi ci sono i fotografi che vedono l’editing come parte integrante del processo di realizzazione del vostro album.

Scattare in JPEG E RAW

Questa distinzione, oltre al risultato finale, si può vedere già in fase di scatto.

Le macchine fotografiche digitali permettono di salvare i file in diversi formati. Tra i due principali abbiamo il JPEG, che sicuramente tutti conoscete ed il RAW, utilizzato maggiormente dai fotografi professionisti.

Il JPEG o JPG nasce dall’esigenza di avere un file meno pesante e più compresso. Il Jpeg comprende già dei filtri di post-produzione che vengono applicati automaticamente dalla fotocamera al momento della creazione del file. Agire su questo tipo di file porta solo ad un’ulteriore perdita di informazioni e di conseguenzialmente ad una perdita di qualità.

Il RAW, rispetto al JPEG, contiene molte più informazioni sia di luce che di colore, non hanno alcun tipo di filtro, infatti queste informazioni rispecchiano completamente quanto viene visto dal sensore della fotocamera.

Post-produrre un file RAW non vuol dire per forza “correggere gli errori”, “recuperare” uno scatto, non per noi almeno. È invece, la personalizzazione del vostro servizio fotografico e delle vostre fotografie, per realizzare un prodotto unico ed esclusivo.

Noi fotografi dello Studio Entire teniamo molto alla perfezione della foto, ottenuta già in fase di scatto.

Inquadratura, esposizione, bilanciamento colore, messa a fuoco… la giusta espressione del soggetto fotografato, un gesto, una risata… tutto deve essere racchiuso in un unico e preciso momento.

Molto spesso, per nostra scelta, non scattiamo nemmeno in automatico, decidiamo tutto noi, per ogni singolo scatto, questo sia per tenerci allenati e non dimenticare la tecnica fotografica, sia perché riteniamo che non sempre le scelte degli automatismi siano quelle corrette, spesso tendono a fare una via di mezzo.

Partendo da uno scatto già quasi perfetto, il lavoro poi di post-produzione si baserà principalmente sulla scelta della color.

POST-PRODUZIONE EFFETTUATA:

– Correzione linee orizzontali delle scale; – scelta color in bianco e nero per risaltare le linee; – filtro per accentuare ulteriormente il contrasto tra chiaro scuro

Le diverse fasi della post-produzione

Su un servizio fotografico completo in stile reportage, con due fotografi, scattiamo mediamente 3000/3500 foto. Nello stile reportage si tende a fare più fotografie, rispetto ad un servizio fotografico posato. La ricerca della giusta espressione o gesto a volte richiede 5-6 scatti di una stessa situazione.

Vi facciamo un esempio: al ricevimento durante la cena girerete tra i diversi tavoli per brindare con i vostri amici e parenti e noi vi seguiremo man mano per catturare i momenti migliori. Molto spesso faremo qualche scatto per documentare il momento e poi ci soffermeremo per osservare e attendere un momento migliore, più emozionante. Faremo più scatti ma poi solo 2/3  saranno quelli con il gesto perfetto e i sorrisi più belli.

La prima fase di post-produzione delle foto del vostro matrimonio consiste proprio in questo:

  • la selezione degli scatti migliori.

Togliendo tutte le foto con gli occhi chiusi e le espressioni meno belle, vi lasceremo circa 1000/1500 foto, tutte selezionabili per il vostro album.

Passiamo alla seconda fase della post-produzione, dove faremo una correzione base alle foto selezionate:

  • controllo esposizione, il WB e linee;
  • Color (che verrà applicata in base allo stile del vostro matrimonio).

Trascorsi 30/45 giorni dal vostro matrimonio riceverete i provini, da cui potrete andare a selezionare le foto più belle (95 o 110 a seconda del pacchetto scelto) da inserire nel vostro album.
(Vedi: Come scegliere le foto del vostro album)

Scelte le foto che più vi piacciono, ci invierete la vostra selezione e noi procederemo alla realizzazione di una proposta grafica, in base alle indicazioni che ci avrete fornito alla scheda tecnica.
(Vedi: Come scegliere l’album di matrimonio)

La terza fase di editing:

  • Post-produzione dettagliata delle foto scelte.

Le fotografie che avrete scelto per il vostro album di matrimonio, subiranno una lavorazione più accurata. Toglieremo eventuali macchie sulle pareti, scritte sui muri, carte a terra, segnali stradali invadenti, imperfezioni sulla pelle e sui ritratti.
Terminato il lavoro vi invieremo la nostra proposta grafica (proposta sia d’impaginazione, sia di racconto, che scelta di pagine in bianco e nero), che potrete visionare e scegliere di apportare eventuali modifiche.

La quarta ed ultima fase:

Approvata la proposta grafica, le diverse tavole verranno aperte in Photoshop per essere controllate e bilanciate per la stampa.
Siamo pronti per inviare tutto al laboratorio!

Alcuni esempi di foto post-prodotte

Per vedere la differenza di una foto prima e dopo la lavorazione, basterà scorrere con la barra a destra e sinistra.

POST-PRODUZIONE EFFETTUATA:

– Rimozione persone dallo sfondo; – rimozione impalcature dagli archi; – rimozione lampioni, cartelli, carte dal prato; – saturazione e risalto dei gialli e rossi sul prato e sugli archi; – applicazione color calda per dare risalto al tramonto. 

POST-PRODUZIONE EFFETTUATA:

– Correzione esposizione; – rimozione lucidità pelle causata dal sole; – attenuazione ombre viso sposa; – applicazione color; – saturazione e risalto dei gialli e rossi sulle foglie. 

POST-PRODUZIONE EFFETTUATA:

– Correzione esposizione; – fotoritocco viso con risalto trucco (rossetto rosa); – rimozione lucidità viso; – attenuazione ombre viso sposa; – applicazione color vintage e effetto brillantezza

POST-PRODUZIONE EFFETTUATA:

– Correzione linee della chiesa; – pulizia pareti del monumento, colonne e pavimento; – rimozione riflesso auto nel vetro; – applicazione color vintage.